Geom. Pietro Mattesi Link  
 
Cos'è la Bioarchitettura
La casa ideale
Risparmio energetico
L'arredamento
I materiali
Valutazione dei materiali
Cos'è un mutuo
Importo finanziamento
La durata
I documenti
I tassi
Le garanzie
Le imposte
I tempi
Le agevolazioni
 

Quale tipo di casa
A chi affidare la costruzione
Materiali e sistemi di costruzioni
Il Terreno
L'immobile
Il permesso di costruzione
Il processo di costruzione
Il finanziamento
Le assicurazioni
 
Strategia di conservazione
Finanziamento
Valutazione costi
Preservazione
Riparazione
Rinnovo
 


L'Architettura Bioecologica (denominata bioarchitettura o bioedilizia) costituisce oggi una risposta allo stato di progressivo degrado e distruzione dell'ambiente che ci ospita. Il suffisso "bio" si riferisce, alla auspicata presenza di "vita" in un'architettura: quindi un'architettura fatta per la vita, un'architettura in grado di creare "case" e quindi "cittÓ" intese come organismi viventi. Il termine "ecologico" rappresenta la volontÓ che l'architettura crei luoghi che sappiano rapportarsi in modo equilibrato con l'ambiente in cui si inseriscono e che necessariamente trasformano. Comunemente, la bioedilizia si associa con l'aggettivo sostenibile, anticipazione delle implicazioni che il costruire pu˛ avere sull'ambiente circostante. Facciamo un esempio: in una struttura in calcestruzzo armato vengono poste delle certificazioni di qualitÓ meccanica sia sul calcestruzzo che sul ferro impiegato per armarlo, trascurando il fatto che sono occorse notevoli quantitÓ di materiale chimico per ottenere tali prestazioni e che il ferro nella struttura genera campi elettromagnetici.